Infrastrutture e sviluppo, quando la colpa è della politica

Infrastrutture e sviluppo, quando la colpa è della politica

mercoledì 25 marzo 2015 10:15:12

"Per giustificare ritardi, insuccessi e occasioni mancate la politica foggiana da decenni suole prendersela con la Regione matrigna e con il suo baricentrismo. Ma è proprio così?" A chiederselo è l´avv. Fabrizio Tatarella, in margine alle polemiche e ai ricorsi amministrativi, che rischiano di bloccare alcuni importanti investimenti nella zona Asi di Foggia che, dopo anni di letargo, sembra rivivere una nuova stagione di attivismo imprenditoriale". "Non è mia abitudine schierarmi con questo o quell´altro imprenditore, come accade a molti politici e amministratori. Gli imprenditori devono essere lasciati liberi di perseguire i loro legittimi interessi. Alla politica e alle pubbliche amministrazioni spetta, invece, avere idee chiare e programmi certi sullo sviluppo del territorio. Se gli imprenditori passano dalla concorrenza al conflitto, la responsabilità è di una programmazione opaca e confusionaria, frutto di una politica e di amministrazioni pubbliche che, nel dare farlocche assicurazioni a tutti, generano prima incertezze e poi inevitabili conflitti. Quello che sta accadendo in zona Asi - aggiunge Tatarella - è responsabilità esclusiva della politica foggiana, che da decenni ha rinunciato al suo ruolo di programmatrice dello sviluppo e di regolatrice dei conflitti. Auguriamoci che una nuova classe dirigente del territorio, facendo tesoro degli errori del passato, sappia correttamente interpetrare il suo ruolo di guida dello sviluppo, assicurando alle nuove generazioni lavoro e sviluppo."

Lascia un commento









quanto fa 3 + 9?

» Archivio

Concerto di beneficenza per ricordare Pinuccio Tatarella